Home

“La cucina è di per sé scienza. Sta al cuoco farla divenire arte”.  Gualtiero Marchesi

La famiglia Trippini, con le sue tre generazioni di cuochi (1963 Giuseppe; 1973 Adolfo e dal 2006 Paolo), ha fatto di questa nobile scienza un’arte, creando piatti unici nella loro semplicità ed in grado di emozionare e lasciare un ricordo indelebile nei palati di chi li gusta.

Come spiega Paolo è un amore, quello per la cucina, che lo porta a dedicare al suo lavoro tutta la giornata, dopo essere cresciuto guardando suo padre e suo nonno cucinare.

Sono piatti, quelli del ristorante Trippini, legati alla tradizione ed al rispetto della struttura degli ingredienti, una tradizione tramandata da padre in figlio e che gli ha permesso, negli anni, di essere riconosciuto tra i migliori ristoranti d’Italia.

A chi gli chiede di parlare della sua cucina Paolo risponde: “faccio il lavoro più bello del mondo. Mi ritengo una persona fortunata, perché ho avuto la possibilità di fare qualcosa che amo e di portare avanti l’attività di famiglia. Ringrazio mio padre per avermi trasmesso questo amore. Spero lo ritroverete tutto nei miei piatti”.

Il ristorante Trippini si trova a Civitella del Lago, un suggestivo paesino nelle verdi colline umbre, con una vista unica sul lago di Corbara ed a pochi chilometri dalla bellissima Orvieto.